Cosa vedere a Bangkok – La città che non dorme mai

Cosa vedere a Bangkok non è facile da riassumere, la città è una delle maggiori metropoli del sud-est asiatico e, con la sua natura poliedrica e dinamica, incarna il temperamento dei thailandesi.
Bangkok è stata fondata nel 1782 a seguito del saccheggio di Ayutthaya – la vecchia capitale – sorge lungo il fiume Chao Phraya e conta 8 milioni di abitanti.
La commistione tra la tradizione buddhista, con i magnifici templi, e la vivacità economica rappresentata dal secondo mercato finanziario più importante dei paesi ASEAN, ne fanno una città affascinante, al passo con i tempi e dalla cultura profonda.
L’arte religiosa classica del Buddha di Smeraldo è affiancata da quella contemporanea esposta nelle gallerie d‘arte come la 338 Oida Art Gallery.
Inoltriamoci nel dedalo di vie della capitale thailandese e scopriamo insieme cosa vedere a Bangkok.
La tua vacanza in Thailandia non può che cominciare dalla capitale della nazione. La città saprà risvegliare tutti e cinque i tuoi sensi, te lo garantiamo!

strada di Bangkok

Per ricevere supporto nell’organizzazione di un viaggio in Thailandia

ATTIVITÀ DA NON PERDERE

Passeggia in Khao San Road, visita i mercati tradizionali, sorseggia un aperitivo su un rooftop con la metropoli ai tuoi piedi.

COSA VEDERE

Palazzo Reale e Wat Pho
Wat Arun
Il Buddha d’oro

VACANZE IN THAILANDIA CONSIGLIA

Una cena in barca lungo il Chao Praya, il capodanno cinese a Chinatown, il miglior mercato al mondo di cibo fresco: Or Tor Kor

ammirane la bellezza

Bangkok Artistica – Palazzi e Templi

Palazzo Reale

Situato nel distretto di Phra Nakhon, lungo il corso del fiume Chao Phraya, il Grande Palazzo Reale è la residenza ufficiale dei regnanti thailandesi.
Costruito nel 1782, si estende per 218000 metri quadrati e, all’interno delle sue mura, ospita oltre 100 edifici tra palazzi, padiglioni, cappelle e templi. Qui si tengono le cerimonie ufficiali come le incoronazioni, i matrimoni e i funerali.
Il re, attualmente, risiede a villa Amphorn Sathan, all’interno del complesso del Palazzo Dusit.
L’architettura classica, ispirata da quella della vecchia capitale Ayutthaya, è stata ben integrata con lo stile europeo del XIX sec. donando al palazzo un aspetto unico e ricercato.
Il complesso, circondato da un muro di 1900 metri, si divide in 4 parti:

– la corte interna: a sud, era riservata alle donne della corte ed è chiusa al pubblico.

– la corte centrale: ospita, tra gli altri edifici, la sala del trono Phra Thinang Chakri Maha Prasat, connubio tra lo stile rinascimentale italiano e lo stile classico thailandese.

– la corte esterna: dove si trovano i palazzi amministrativi, dell’esercito e del tesoro.

– Wat Phra Kaew: il tempio del Buddha di smeraldo con, al suo interno, la celebre statuetta in giada. 

Wat Phra Kaew

Il complesso del Wat Phra Kaew si trova all’interno del palazzo reale ed è il più importante tempio della Thailandia. La struttura ospita i migliori esempi di architettura e arte religiosa siamese, passeggiare tra i suoi padiglioni e i suoi stupa non è mai la stessa esperienza, ogni volta si scoprono dettagli diversi che lasciano il visitatore incantato e affascinato dalla loro bellezza.La punta di diamante del Wat Phra Kaew è il Buddha di smeraldo: una statuetta di 45cm ricavata da un unico pezzo di giada. La scultura ritrae il Buddha in meditazione nella posizione del loto ed è la raffigurazione del Buddha più adorata di tutta la Thailandia e una delle più importanti al mondo. Protettrice della famiglia reale, viene spolverata ad ogni cambio di stagione dal re stesso in una solenne cerimonia.

tempio del buddha di smeraldo

Wat Pho

Di fianco al palazzo reale sorge il Wat Pho, il tempio del Buddha sdraiato. Ospita al suo interno una imponente statua del Buddha in posizione coricata di 46 metri di lunghezza e 15 di altezza.
Rivestito d’oro con gli occhi e le piante dei piedi in madreperla, la statua ben interpreta il concetto del “sentirsi piccoli in presenza del divino”.
Il tempio è anche la sede della più rinomata scuola di Nuad Thai, il massaggio tradizionale thailandese inserito nel 2019 nella lista dei Patrimoni orali e immateriale dell’umanità UNESCO.

Bangkok - Buddha sdraiato

Wat Arun

Sulla riva opposta del Chao Phraya rispetto al palazzo reale sorge il Wat Arun, “il tempio dell’alba”. Il nome deriva da Aruna, il dio indù del crepuscolo mattutino.
Il complesso è dominato dal Prang centrale alto 81 metri e costruito in stile khmer, rappresentazione del monte Meru, il centro dell’universo della cosmologia induista.
La struttura è rivestita di stucco bianco e migliaia di porcellane cinesi multicolore la impreziosiscono; quattro statue del dio Indra, a cavallo dell’elefante sacro a tre teste Erawan, sono disposte in nicchie rivolte verso i punti cardinali e un trishula a sette punte – l’arma impugnata dal dio indù Shiva – è posto alla sommità.
Il Phra Ubosot – la sala dell’ordinazione – richiama lo stile di Ayutthaya, con il tetto in tegole verdi e arancioni e l’alta guglia centrale. Due gigantesche statue multicolori di Yaksa proteggono e presidiano l’ingresso.
Ammirare l’alta struttura alle prime ore del mattino, con i timidi raggi del sole che illuminano gli stucchi candidi e si riflettono sulle porcellane variopinte, offre uno spettacolo visivo di rara bellezza.

Bangkok - Wat Arun

Vuoi scoprire quali sono i tour di Bangkok?

gustane i sapori e gli odori

Bangkok commerciale – mercati e shopping

chatuchak market

Chatuchak Market

Nel distretto di Chatuchak si trova il mercato settimanale più grande del mondo: 15000 bancarelle in cui troverai di tutto, dal cibo all’elettronica, dall’antiquariato alle piante e ai fiori esotici, dall’abbigliamento ai libri.
Mercato immenso che vale una visita se ti piace perderti tra le merci esposte alla ricerca di souvenir inusuali. Ogni settimana 200.000 visitatori popolano il mercato; una “città nella città” dedicata solo alla compravendita.
Lo shopping in un mercato così vasto mette appetito. Soddisfare questa necessità è più facile di quanto si pensi: basta attraversare Kamphaeng Phet Road e inoltrarsi nel mercato Or Tor Kor, il migliore mercato di cibo fresco al mondo, secondo la lista stilata dalla CNN. Una vera mecca per gli amanti del cibo thailandese, con frutta, verdura, riso, carne e pesce provenienti dai luoghi migliori del Paese e un grande assortimento di cibo cotto e pronto per l’assaggio. Il nostro posto preferito per fare scorta di spezie.

Mercato degli amuleti

A pochi passi dal palazzo reale, distribuito tra una manciata di vicoli, si trova il mercato degli amuleti. Gli appassionati di arte sacra e i collezionisti di opere votive non possono perderselo.
Gli amuleti sono tavolette o medagliette con immagini del Buddha o dei bodhisattva più venerati, che si crede portino fortuna e proteggano dal malocchio. Oltre gli amuleti si possono trovare statue di qualsiasi dimensione e fattura.
Il culto degli amuleti è una tradizione molto sentita in Thailandia, perciò il mercato è frequentato da monaci o da collezionisti intenti, con tanto di lenti d’ingrandimento, a cercare il talismano adatto alle loro esigenze.

visita i mercati di Bangkok con noi

Curiosità

Il nome cerimoniale di Bangkok è uno dei nomi di città più lunghi del mondo. 190 vocaboli in sanscrito e pali la cui traduzione è:
“Città degli angeli, la grande città, la città della gioia eterna, la città impenetrabile del dio Indra, la magnifica capitale del mondo dotata di gemme preziose, la città felice, che abbonda nel colossale Palazzo Reale, il quale è simile alla casa divina dove regnano gli dei reincarnati, una città benedetta da Indra e costruita per “Vishnukam

Bangkok - nome completo

Pak Khlong Talat – Mercato dei fiori

Il mercato dei fiori è situato tra il Wat Pho e il ponte Phra Phutta Yodfa. Questo mercato, aperto 24 ore al giorno, mette in mostra il lato colorato e profumato di Bangkok.
Orchidee, rose, gelsomini e altre mille varietà di fiori provenienti da tutta la nazione, in particolare da Chiang Mai, fanno bella mostra di sé e le Phuang Malai – tradizionali ghirlande di fiori intrecciate con maestria dalle donne thailandesi – sono esposte dai venditori locali.
Il momento ideale per visitare il mercato è durante le prime ore del mattino. È all’alba, infatti, che i camion e le barche scaricano il loro fragrante carico rendendo il Pak Khlong Talat particolarmente animato e carico di colori.

Bangkok - mercato dei fiori

Chinatown

Anche a Bangkok, come nelle maggiori città del mondo, c’è il quartiere fulcro della comunità cinese. Chinatown si trova nel distretto di Samphanthawong e si sviluppa attraverso una manciata di vie la cui spina dorsale è Yaowarat Road. Dal tipico portale cinese – Paifang – si accede alla tortuosa via, costruita seguendo i principi del Feng Shui in modo tale che ricordi un drago, simbolo di fertilità.
Visitare Chinatown durante il capodanno cinese, a cavallo tra gennaio e febbraio, catapulta il viaggiatore nella “Terra di Mezzo” con i profumi, i colori, i suoni e le tradizioni che la caratterizzano. Sulle bancarelle del mercato di Sampeng potrai trovare il migliore cibo cinese della città: dai classici ravioli al vapore fino alla più ricercata zuppa di nidi di rondine. Il mercato si espande fino al vicino Phahurat, il quartiere indiano, formando un unico, grande bazar multietnico. “Esplorare” i due giganti asiatici attraverso una passeggiata tra le bancarelle è una attività che ci diverte sempre.
Una passeggiata a Chinatown non può dirsi conclusa senza una visita al Wat Traimit, il tempio più importante del distretto, dominato dalla scalinata centrale. All’interno si trova il Buddha d’oro: la più grande statua in oro massiccio del mondo. L’opera, progettata nello stile di Sukhothai, è alta 3 metri e pesa 5 tonnellate, anticamente custodita ad Ayutthaya, fu trasportata a Bangkok a seguito del saccheggio birmano della vecchia capitale.

Yaowarat Road - Bangkok

Per pianificare un viaggio in Thailandia con il supporto di professionisti

Immergiti nei suoi suoni

Bangkok notturna – nightlife e rooftop

Cosa vedere a Bangkok non si esaurisce con le luci del giorno. Quando il sole tramonta la città è illuminata dai neon dei bar e dalle luci irradiate dai grattacieli:

MahaNakhon Tower

Dalla forma avveniristica, sembra uscito da un libro cyberpunk di Philip K. Dick.
È il secondo grattiacielo più alto di Bangkok

Baiyoke Tower II

roof top bar

Dallo stile postmoderno che strizza l’occhio all’Art Decò. Ha un osservatorio girevole a 360 gradi all’84 esimo piano e il Roof Top Bar & Lounge Music all’83 esimo

State Tower

Bar Sirocco sulla State Tower

Dalla caratteristica cupola dorata sul tetto e dalla balconata neoclassica, è la sede del famoso Bar Sirocco, rooftop bar esclusivo immortalato nel film “Un week end da leoni 2”

I rooftop bar sono i luoghi ideali per un aperitivo al tramonto. Non perdere l’occasione di sorseggiare un drink mentre il sole tramonta all’orizzonte e la città si illumina pian piano preparandosi alla vivace nightlife.
La Bangkok notturna è un mondo da scoprire che ha reso famosa la capitale thailandese nel mondo. Khao San Road, con i disco bar che si affacciano sulla strada, animata dalla musica dal vivo e dalla giovane clientela pronta a far festa, si trasforma in un discoclub all’aperto. Nei vari ristoranti e presso i banchetti di street food avrai una vasta scelta di cibo thailandese da gustare, dal classico Pad Thai – il nostro preferito è quello preparato da una simpatica coppia con cui scherziamo molto mentre attendiamo il piatto fumante – al più esotico bbq di coccodrillo. Ce n’è davvero per tutti i palati, assaggia la pietanza che ti stuzzica maggiormente e non ne rimarrai deluso.
Una crociera notturna lungo il Chao Phraya sulle inconfondibili giunche Siamesi rende la tua cena speciale in un’atmosfera esclusiva. Il Wat Arun illuminato che si specchia nelle acque e il placido scivolare sul fiume sono la cornice perfetta per una cena romantica.
crociera notturna - Bangkok

Visita Bangkok notturna con noi

Bangkok – quando andare

Bangkok è caratterizzata da un clima tropicale, dalle elevate temperature giornaliere (oltre i 30 gradi), dall’umidità costante e da una stagione delle piogge concentrata tra maggio e ottobre.
Il periodo migliore per visitare Bangkokè da novembre a febbraio quando i giorni di pioggia sono al minimo e le temperature più fresche. In ogni caso, la capitale thailandese è visitabile in qualsiasi periodo dell’anno, non lasciarti condizionare dalle previsioni meteo.

periodo migliore Thailandia del nord

Bangkok – Come arrivare e come muoversi

Arrivare a Bangkok dall’europa in aereo è molto semplice. Il Suvarnabhumi, l’aeroporto internazionale cittadino è servito da numerose compagnie aeree come Lufthansa, KLM, Qatar che collegano il vecchio continente alla capitale thailandese.
Dai maggiori aeroporti Italiani (Roma, Milano, Venezia) Bangkok è raggiungibile con un solo scalo durante il tragitto. La Thai Airways, purtroppo, al momento non effettua più collegamenti diretti tra Italia e Thailandia. Il secondo aeroporto di Bangkok, il Don Mueang, è servito soprattutto da compagnie Low Cost.
Se dovessi trovarti nei Paesi limitrofi, è possibile arrivare a Bangkok via terra da Cambogia, Myanmar e Malesia utilizzando bus e treno. Anche se il viaggio in treno può avere un certo fascino, è un’opzione che sconsigliamo per la lunghezza del viaggio ed il comfort non sempre adeguato.
L’aeroporto Suvarnabhumi è collegato al centro città con una ferrovia sopraelevata e con varie linee di bus. La tua agenzia viaggi, inoltre, può fornire un servizio di pick up direttamente al terminal di arrivo.

BTS

Come muoversi a Bangkok

Come tutte le metropoli moderne, Bangkok è servita da numerosi mezzi di trasporto pubblici per potersi districare meglio nel traffico – a volte estenuante – della città o per evitarlo del tutto:
– Tuk Tuk: Caratteristici mototaxi a tre ruote. Coloratissimi e agilissimi ti aiuteranno ad evitare le code e a muoverti velocemente attraverso lo stressante traffico cittadino.
– Taxi: l’immancabile servizio di auto con conducente a pagamento. Il vantaggio del taxi è la conoscenza della città da parte dell’autista che aiuta ad evitare gli imbottigliamenti e l’economicità delle tariffe.
– MRT: la sigla con cui si identifica il servizio di Metropolitana sotterranea. Due linee ti aiuteranno a raggiungere velocemente i maggiori punti di interesse.
– BTS: Lo skytrain,due linee ferroviarie sopraelevate. Alla stazione di Phaya Thai c’è il collegamento con la ferrovia per l’aeroporto.
– Public Riverboats: Il fiume Chao Phraya è la spina dorsale della città, sulle sue acque il servizio di battelli pubblici trasporta i passeggeri regalando scorci cittadini inusitati.

Attenzione

L’aria condizionata è disponibile su tutti i mezzi di trasporto, lo sbalzo di temperatura può essere significativo, non farti cogliere impreparato e dotati di una sciarpetta per evitare il fastidio di un mal di gola.

Vuoi visitare Bangkok con il supporto di professionisti?

Bangkok – Consigli utili

Cosa vedere a Bangkok se si ha poco tempo? Come abbiamo visto, i luoghi di interesse sono tantissimi, un nostro consiglio è quello di affidarsi a un tour organizzato che ti sappia indirizzare verso le attrazioni più interessanti. Ricorda che l’accesso ai templi è condizionato da un abbigliamento adeguato: pantaloni lunghi e spalle coperte. Inoltre, l’usanza vieta di toccare i monaci buddhisti.
Come consigliamo sempre, visita Bangkok con interesse e senza pregiudizi. Soffermati sulle particolarità di questa metropoli, a metà strada tra la tradizione e la modernità. Goditi le tue vacanze in Thailandia e torna a casa con tutte le sensazioni che la “città degli angeli” ti ha concesso lungo il cammino.