Koh Samui è una delle mete più famose della Thailandia. I suoi litorali dalla sabbia bianca, il mare cristallino, la natura lussureggiante, l’ambiente tranquillo e i divertimenti notturni hanno reso quest’isola del Golfo del Siam una tappa d’obbligo per ogni vacanza in Thailandia che si rispetti.
Vediamo insieme quali sono i suoi aspetti peculiari, quando andare e come raggiungerla. Scopriamo inoltre cosa fare a cosa vedere in questa località così apprezzata.

Koh Samui spiagge

Per ricevere maggiori informazioni e pianificare un viaggio in Thailandia

Come arrivare sull’isola di Koh Samui

La facilità dei collegamenti tra l’isola di Koh Samui e la terraferma è uno dei motivi per cui è diventata così rinomata.
La grandezza dell’isola fa sì che Koh Samui sia una delle poche a disporre di un aeroporto internazionale, un vantaggio considerevole che avvicina il paradiso tropicale thailandese al resto del mondo.

aereo per Koh Samui

L’aeroporto di Koh Samui

Il Samui International Airport (codice IATA: USM) è stato costruito dalla Bangkok Airways e aperto ufficialmente nel 1989. La struttura “Open Space” coniuga perfettamente la modernità degli scali aerei più conosciuti all’atmosfera rilassata dell’isola.
Da questo scalo transitano annualmente più di un milione di passeggeri con decine di voli giornalieri. I collegamenti interni sono per Bangkok, Phuket, Krabi e Chiang Mai, mentre i voli internazionali connettono l’isola a Hong Kong, Singapore, Kuala Lumpur, Chengdu e Xian.
Raggiungere l’isola di Koh Samui dall’Italia è piuttosto semplice in quanto molti voli collegano direttamente il “Bel Paese” con Bangkok, di conseguenza ti servirà un solo scalo per passare dal salotto di casa alle spiagge tropicali dell’isola.
La tratta Bangkok – Koh Samui si percorre in circa un’ora.

traghetto dalla costa all'isola di Koh Samui

Koh Samui in traghetto

Chi vuole evitare l’aereo può raggiungere l’isola attraverso una classica traversata in traghetto. I porti di partenza sono fondamentalmente due: Chumpon e Surat Thani. Il primo è situato sulla costa a nord e il tempo di navigazione è di circa 5 ore. Il secondo, invece, è meno distante da Koh Samui e si trova sulla costa a sud dell’isola.
Il viaggio complessivo da Bangkok può occupare dalle 11 alle 14 ore in quanto, al tempo di navigazione, bisogna sommare la tratta in treno o autobus fino al porto d’imbarco.
Questo modo è sicuramente più conveniente dell’aereo ma decisamente più dispendioso in termini di tempo. Se dovessi scegliere questo modo di viaggiare ti consigliamo di prenotare un “pacchetto” completo in modo tale da non rischiare di perdere il ferry per colpa di eventuali ritardi di treno e bus.

Prenota un trasferimento da Bangkok a Koh Samui

Quando andare a Koh Samui

Koh Samui rientra nella fascia climatica tropicale ed è caratterizzata da tre stagioni distinte.
Da febbraio ad aprile le precipitazioni sono basse (circa 40mm di pioggia in media), il sole splende vivido nel cielo terso e le temperature superano i 30 gradi.
Da maggio ad agosto l’aria si fa più umida aumentando la temperatura percepita e le piogge (soprattutto in serata).
Da settembre le precipitazioni aumentano raggiungendo il picco durante il mese di novembre con oltre 450 mm di pioggia. In questo periodo infatti soffia il monsone di nord-est che può portare con sé, nei casi più estremi, tifoni provenienti dal Mar Cinese Meridionale.

isola Koh Smaui

Il periodo migliore per visitare Koh Samui

Il periodo migliore per visitare Koh Samui è durante la stagione secca, da aprile a settembre. Le giornate soleggiate, l’aria non troppo umida e il mare calmo ti faranno apprezzare a pieno questa meravigliosa isola.
Giugno e luglio sono un buon periodo per trascorrere le vacanze a Koh Samui, le giornate sono comunque ricche di sole e le precipitazioni si concentrano durante la sera mitigando il calore accumulato durante il giorno.

Prenota un tour dell’isola di Koh Samui

Cosa vedere sull’isola di Koh Samui

L’isola di Koh Samui è rinomata, dai viaggiatori di tutto il mondo, principalmente per le spiagge. Tuttavia le attrazioni all’interno dell’isola sono abbondanti, i templi sono numerosi e affascinanti e visitarli darà certamente un tocco in più alla tua vacanza.
Un tempio che più ci affascina particolarmente è il Wat Plai Laem. Si tratta di un moderno tempio buddhista che mescola lo stile cinese a quello thailandese. Coloratissimo, sorge su diversi isolotti all’interno di un lago artificiale ed è caratterizzato da enormi statue tra cui spiccano quella di un sorridente buddha seduto e quella di Guanyin a diciotto braccia (la dea della compassione del Pantheon cinese). L’edificio principale svetta con le sue colonne ricoperte da un mosaico di specchi e piastrelle colorate e ospita una grande statua dorata di Buddha. Le pareti interne sono decorate con dipinti sulla vita del Maestro spirituale Siddharta Gautama.

Tempio sull'isola di Koh Samui

Un altro tempio di sicuro interesse è il Wat Khunaram. Si tratta di un piccolo tempio che custodisce i resti mummificati di un monaco seduto nella posizione del loto e conservato all’interno di una teca. Ad alcuni può apparire alquanto macabro ma, d’altronde, noi italiani siamo abituati alle chiese che conservano corpi imbalsamati di santi o parti del corpo adorate come reliquie, no?
Ti invitiamo inoltre ad andare alla ricerca dei templi più piccoli disseminati sull’isola come il Wat Phra Yai a picco sul mare o il Pra Buddha Teepangkorn nella giungla del centro dell’isola. Sarà un bel modo per girare Koh Samui scoprendo riti e usanze e per allontanarsi un attimo dalle spiagge più frequentate.

Visita le isole intorno Koh Samui con noi

Koh Samui: le spiagge migliori dell’isola

A proposito di spiagge, non si può descrivere l’isola di Koh Samui senza soffermarsi sull’aspetto che ne ha fatto la meta thailandese preferita dai viaggiatori mondiali: i suoi litorali.
Qualsiasi sia il tuo modo di intendere la “vita da spiaggia”, a Koh Samui troverai il posto che fa per te. Se vuoi divertirti o provare gli sport acquatici, se ami l’attività e del sano “caos balneare” devi dirigerti verso Chaweng Beach, il centro nevralgico della vita turistica dell’isola.
Se vuoi stare un po’ più tranquillo senza però rinunciare al comfort e alla vitalità di una spiaggia attrezzata, la tua scelta ricadrà magari su Lamai Beach.
Esplorando l’isola in motorino o con un driver potrai scoprire piccole calette come Coral Cove Beach o Silver Beach sulla costa orientale. Due piccoli gioielli dal mare cristallino cinti dalle caratteristiche rocce levigate dal mare. Le palme che si affacciano sul bagnasciuga ti aiuteranno a ripararti dal sole e trovare un po’ di frescura.
A nord troverai Maenam Beach, una lunga e tranquilla lingua di sabbia dorata in cui poter passare una mattinata in totale relax. Potrai approfittare dei piccoli ristoranti sulla spiaggia per un appetitoso pranzo a due passi dal mare.

le migliori spiagge di Koh Samui

La parte ovest dell’isola risente di un cambiamento di marea notevole quindi le spiagge possono apparire molto diverse a seconda della bassa o dell’alta marea. Il luogo perfetto per ammirare un tramonto molto affascinante è Laem Yai Beach, un piccolo litorale quasi sempre deserto. Proseguendo verso sud troverai Lipa Noi Beach adatta ai più piccoli per via dell’assenza di coralli e del mare piatto.
Taling Ngam, a sud, è rimasto molto selvaggio e sulla costa di questo distretto potrai trovare piccole calette con la vegetazione piegata verso le onde del mare e il fascino tropicale che hai sempre sognato.
Questa è solo un assaggio di quello che la costa di Koh Samui può riservarti. Non indugiare, esplora l’isola e ti si aprirà un mondo fatto di palme da cocco, sabbia candida, mare turchese e luoghi isolati.

Koh Samui: cosa fare sull’isola

Koh Samui è un’isola da esplorare, in modo da poterla vivere il meglio possibile. Certo, potrai dedicarti al relax totale rimanendo in spiaggia a curare la tintarella ma l’isola offre tanto altro e sarebbe un peccato non approfittarne.

Le cascate

La giungla che occupa il centro dell’isola nasconde seducenti cascate raggiungibili con piccoli trekking. Camminare tra la vegetazione fitta, con il canto degli uccelli come sottofondo è sicuramente un’esperienza da provare. Noi ti suggeriamo la Hin Lat Waterfall, presso Nathon. Il percorso per raggiungerla è ben segnato e il tempo di percorrenza è di circa 20 minuti. Durante il week end è la meta prediletta degli abitanti thailandesi per un pic-nic rinfrancante. Potrai anche visitare il piccolo tempio situato all’inizio della camminata: il Wat Namtok Hin Lat.
Le cascate più famose in assoluto sono le Na Muang. In realtà sullo stesso tratto di fiume ci sono due salti: Na Muang 1 e Na Muang 2. La prima è facilmente accessibile mentre per la seconda si dovrà camminare un pò nella foresta. Niente di problematico ma, se si viaggia con bambini in passeggino, l’impresa diventa praticamente impossibile.
Khun Si è piccolina ma molto pittoresca. Si trova lungo la strada che collega Lamai e Maenam ed è un bellissimo luogo per un pò di relax nella natura rigogliosa.

santuario elefanti thailandia

Tour ed Escursioni

L’escursione al Samui Elephant Sanctuary è un must per gli amanti degli animali. In questo santuario, dedicato al recupero degli elefanti cresciuti in cattività, i pachidermi passeggiano tranquilli liberi dalle catene che li costringevano al lavoro nell’industria del legname. Una visita di forte impatto emotivo che ti avvicinerà ai grandi mammiferi non solo in senso fisico ma soprattutto a livello empatico.

Escursione al santuario degli elefanti

Koh Samui si trova a pochi chilometri di navigazione da uno dei parchi marini più belli della Thailandia: il parco marino di Ang Thong. Più di 40 isole e 100 km quadrati di area naturale protetta. Potrai fare snorkeling e tuffarti alla scoperta della colorata barriera corallina e dei suoi simpatici abitanti. Un mondo sottomarino da visitare assolutamente.

Tour del Parco Marino di Ang Thong

Un’altra escursione consigliatissima è la gita all’isola di Koh Tao. Distante circa un’ora di navigazione, l’isola delle tartarughe (questo il soprannome di Koh Tao) ti accoglierà con i suoi panorami idilliaci e il suo habitat incontaminato. Una giornata tra i flutti del mare color zaffiro che non dimenticherai facilmente.

Tour di Koh Tao

snorkeling a koh Tao

Cosa fare la sera a Koh Samui

La vita notturna a Koh Samui è vivace e variegata. Le strade che si affacciano su Chaweng sono costellate di bar, club, ristoranti e tutto quello che anima la nightlife di ogni luogo turistico che si rispetti. Attraversa Soi Green Mango e Chaweng Beach Road, scegli un bar, ordina un cocktail e inizia la serata nel più classico dei modi. Nella zona della spiaggia troverai invece Club più quotati dove poter continuare a divertirti al suono della musica.
Se sei affascinato dalle arti marziali, ogni sabato sera, al centro di Pongponrat Road, viene innazalto un ring su cui giovani atleti si esibiscono in incontri di Muay Thai gratuiti. Potrai goderti lo spettacolo accompagnandolo con un piatto di Pad Thay acquistato al vicino mercato notturno di Had Lamai 4.
Se la vita da Club non è nelle tue corde puoi sempre provare il Nathon Night Food Market. Troverai dell’autentico cibo thailandese in un’atmosfera local più rilassata e genuina.

cosa fare la sera a Koh Samui

Come abbiamo visto Koh Samui si presta a più interpretazioni ed è alla portata di tutti. L’isola saprà accontentare tutti i tuoi desideri e, al tempo stesso, sorprenderti con i suoi lati nascosti.
Una vacanza in Thailandia non è completa senza una capatina sull’isola di Koh Samui, vale decisamente la pena passare dei giorni in questa località che da anni attrae viaggiatori da tutto il mondo.

Per pianificare la tua visita a Koh Samui con l’aiuto di professionisti