Golfo del Siam meridionale: Koh Samui e le isole vicine

La Thailandia è rinomata per le sue deliziose isole sparse tra il Golfo del Siam e il Mar delle Andamane. Non importa che tipo di viaggiatore sei: esploratore alla ricerca di isole sperdute dai litorali incontaminati, amante della vita notturna e dei party in spiaggia o desideroso di relax e cocktail all’ombra delle palme da cocco… le isole thailandesi sapranno soddisfare le tue aspettative.
Il Golfo del Siam, in particolare, è un ecosistema variegato. La sua relativamente bassa profondità, la sua modesta ampiezza e la vicinanza all’equatore rendono le acque piuttosto calde, con la temperatura perfetta per la crescita della barriera corallina.
Andiamo ora a conoscere la parte meridionale del golfo e i suoi fiori all’occhiello: Koh Samui e le vicine isole di Koh Phangan e Koh Tao.

Koh samui spiagge

Per ricevere supporto nella pianificazione di un viaggio in Thailandia

ATTIVITÀ DA NON PERDERE

Full Moon Party a Koh Phangan, nuotare con le tartarughe a Koh Tao, sorseggiare un cocktail al tramonto sulla Virgin Coast di Koh Samui

COSA VEDERE

Koh Nang Yuan
Na Muang Waterfall
Il parco marino di Ang Thong

VACANZE IN THAILANDIA CONSIGLIA

Una cena a base di pesce fresco a Bophut Beach, tour in barca tra le calette di Koh Tao, snorkeling a Koh Phangan

Koh Samui – L’isola delle palme

Koh Samui è la più grande delle isole del Golfo del Siam meridionale e la terza per estensione di tutta la Thailandia.
Punta di diamante del turismo balneare thailandese – con la “gemella” Phuket nel mar delle Andamane – Koh Samui è una meta ricercata dai viaggiatori di tutto il mondo. L’aeroporto e la strada che cinge l’isola hanno reso questo angolo di Thailandia molto accessibile dando la possibilità a tantissimi visitatori di ammirare le sue spiagge e di scoprire i segreti nascosti nella vegetazione rigogliosa dell’interno.

Cosa vedere a Koh Samui – Le spiagge più belle

L’isola vanta una costa molto variegata, dai lunghi litorali sabbiosi a piccole calette nascoste, le spiagge più belle di Koh Samui, a nostro parere, sono:

Chaweng Beach

Il cuore turistico dell’isola. La spiaggia attrezzata riserva tutti i comfort e, nel mare cristallino, tutti gli sport acquatici che desideri: dagli acquascooter al parasailing. A prima vista può sembrare caotica ma la sua lunghezza – ben 6 km -, fa sì che si riesca a trovare il proprio posto per rilassarsi e godere della sabbia fine tra le dita e delle acque color smeraldo all’orizzonte.
La vita notturna è un’altra peculiarità di Chaweng. Il viale principale è costellato di bar, pub e localini dove poter sorseggiare un drink o fare bisboccia fino a tarda sera.

koh samui migliori spiagge

Lamai Beach

La “sorella minore” di Chaweng. Come tutti i secondogeniti, tenta di seguire le orme della più grande ma, contemporaneamente, mette in mostra la sua originalità. Più tranquilla di Chaweng, è la scelta giusta per il relax senza rinunciare alle comodità. La sua “giovane età” la fa essere più sfacciata, mettendo in mostra delle curiose formazioni rocciose a forma di organi genitali. Una foto a Hin Ta e Hin Yai  – grandfather e grandmother – sarà sicuramente un divertente ricordo da portarsi in Italia.

Grandfather_Lamai beach

Maenam Beach

Questa lunga lingua di sabbia dorata si trova a nord dell’isola. Le palme che tendono verso l’acqua offrono un ottimo riparo dal sole. Un drink sotto gli alberi o un tuffo nella azzurra e placida baia è tutto quello che si chiede ad una vacanza tropicale e Maenam Beach esaudisce le nostre richieste senza battere ciglio.

maenam beach

Bophut Beach

Una piccola lingua di terra la separa dalla precedente. La caratteristica di Bophut è, però, il suo mercato notturno. La tradizione peschereccia del villaggio si riscontra facilmente nella vastissima scelta di cibo fresco, in particolare pesce, in vendita al mercato. Lungo il viale principale si trovano, a nostro parere, i migliori ristoranti dell’isola.

Taling Nam e la Virgin Coast

La foresta tropicale si inoltra fino a riva, le palme da cocco si piegano verso l’orizzonte, il litorale si immerge nelle acque calme del golfo. Lo scenario tropicale che hai sempre sognato. E se questo non dovesse bastarti, aspetta l’ora del tramonto: il sole, che si tuffa in mare tra le piccole isole all’orizzonte, saprà ripagarti dell’attesa.

Lipa Noi Beach

L’assenza di coralli e l’acqua bassa la rendono il luogo ideale per il relax. Sul suo bagnasciuga potrai dedicare del tempo a te stesso e lasciarti andare al “dolce far niente”.

Cosa vedere a Koh Samui – altri luoghi di interesse

Koh Samui non è solo spiagge, l’entroterra è ricco di vegetazione ed è possibile fare escursioni nella foresta per visitare le pittoresche cascate di Na Muang. Inoltre l’isola è costellata di templi, tra cui ricordiamo il Wat Khunaram e il Wat Plai Laem
Il primo custodisce il corpo mummificato di un monaco. La storia narra che questo monaco, di famiglia agiata, decise di donare tutti i suoi averi e di ritirarsi nella foresta per meditare. Dopo qualche tempo, i suoi resti furono ritrovati e, da allora, sono custoditi nel tempio in segno di devozione.
Il secondo, invece, è un tempio buddhista cinese dai colori sgargianti e dalla grande statua sorridente del Buddha panciuto. Un’altra statua rinomata presente sull’isola è quella del Grande Buddha all’interno del tempio Wat Phra Yai.

Tempio cinese a Koh Samui

Come Arrivare a Koh Samui

Raggiungere Koh Samui da Bangkok è abbastanza semplice, con diversi mezzi di trasporto e tratte a destinazioni.
Il modo principale e più veloce è l’aereo e trovare un volo adatto alle tue esigenze non sarà un problema: dall’aeroporto Suvarnabhumi di Bangkok, infatti, sono diversi i collegamenti giornalieri effettuati da Bangkok Airways. La durata della tratta è di circa un’ora.
Una alternativa più economica, è quella di raggiungere la città di Surat Thani con un volo dal secondo aeroporto di Bangkok, il Don Muang, o con un treno dalla stazione di HuaLamphong. Da Surat Thani, con un trasferimento in bus di 90km, si giunge al porto di Donsak dopodichè, con un traghetto o una barca veloce, si arriva a Koh Samui. La durata complessiva del viaggio è di circa 6 ore con l’aereo e di circa 13 ore con il treno.
La compagnia di catamarani veloci Lomprayah effettua un trasferimento completamente via mare. Con un bus o con un autista privato – se desideri un viaggio più comodo – si raggiunge il porto di Chumpon dove ci si imbarca per Koh Samui. La tratta viene effettuata due volte al giorno – alle 6 del mattino e alle 21 –  e dura dalle 11 alle 14 ore.

Koh Samui-come arrivare

Curiosità

Koh Samui è rinomata per le sue coltivazioni di frutta tropicale. La parte del leone la fa il Durian. Questo frutto, dalla spessa buccia spinosa, si distingue da un forte odore pungente. Non è strano infatti imbattersi, sui principali mezzi pubblici, in cartelli di divieto di trasporto.
Nonostante questo, il durian riscuote un enorme successo tra gli estimatori tanto da essere chiamato il “re dei frutti”.

king of fruit

Koh Phangan – Full moon Party

Nei primi anni ‘90 la musica techno, con i suoi bpm impazziti e i bassi profondi, esplodeva sulla scena internazionale. Tra i colossi europei protagonisti di questa nuova ondata musicale come Londra e Berlino, si faceva largo una piccola isola thailandese con i suoi party durante la luna piena.
Koh Phangan, però, non è solo vita notturna. Sotto il suo caldo sole scoprirai che si tratta di una bellissima isola paradisiaca con candide spiagge e mare cristallino dai fondali coloratissimi.

Cosa vedere a Koh Phangan – Le spiagge più belle

L’atmosfera – più rilassata di Koh Samui – la rende un’ottima scelta per chi cerca una vacanza all’insegna del relax senza farsi mancare le comodità di strutture attrezzate. Andiamo insieme a perlustrare l’isola:

Haad Rin Beach

Koh Phangan

Una volta al mese la spiaggia accende i piatti del giradischi e i subwoofer, si veste a festa e si lancia in danze sfrenate, illuminata dalle luci fluo, fino al mattino: non perderti il Full Moon Party più famoso del pianeta.

Mae Haad Beach

Koh Phangan-le isole vicino Koh Samui

Diventa molto particolare con la bassa marea: una striscia di sabbia affiora dando la possibilità di raggiungere, a piedi, l’isolotto che la fronteggia. Ricordati la maschera e il boccaglio, l’ambiente sottomarino è affascinante tanto quanto quello terrestre.

Thong Nai Pan Beach

La nostra preferita. Un’ampia insenatura bianchissima dal mare turchese, tutto quello che ci si aspetta da una spiaggia tropicale. In aggiunta, gli ottimi ristoranti sapranno soddisfare anche il palato più esigente.

Bottle Beach

Koh Phangan

A nord dell’isola. Nonostante sia famosa, si riesce sempre a trovare un posto per godersi a pieno il meritato relax. L’acqua tra le rocce che la delimitano ospita una vivace vita sottomarina, lo snorkelling sarà sicuramente piacevole.

Haad Yao Beach

Un’ampia baia contornata da palme da cocco. Il mare calmo e poco profondo è perfetto per piccole nuotate e per lo snorkelling. È sulla parte occidentale dell’isola, non perderti il tramonto.

Haad Than Sadet Beach

Le isole vicino Koh Samui-la spiaggia di Haad Than

Piccolissima e immersa nel verde della foresta. Oltre il litorale c’è un piccolo torrente con delle graziose cascate. Un ponte di bambù improvvisato ti aiuterà a raggiungere la piccola caletta di Haad Thong Reng. Se cerchi luogo selvaggio, l’hai appena trovato.

Koh Tao – L’isola delle tartarughe

La più piccola delle isole vicine e la più distante da Koh Samui, Koh Tao significa letteralmente “l’isola delle tartarughe” in quanto è il luogo prescelto dagli animali marini per la nidificazione. Durante la seconda guerra mondiale è stata trasformata in prigione per detenuti politici e successivamente disabitata. Solo negli anni ‘80 del secolo scorso pochi visitatori hanno cominciato a visitare l’isola rimanendo incantati dalla sua natura e, soprattutto, dalla barriera corallina e dalla fauna sottomarina. Se desideri ottenere il brevetto PADI, questo è il posto giusto per te. Se, invece, non sei un amante delle immersioni non preoccuparti, l’isola offre diverse spiagge su cui potersi rilassare prendendo la tintarella o dove poter fare snorkelling. Vediamo insieme quali sono le spiagge più belle di Koh Tao.

spiagge di Koh Tao

Sairee Beach – La principale dell’isola e la più frequentata. Lungo litorale sabbioso ideale per sorseggiare un drink. Con la bassa marea può diventare scomodo fare il bagno perchè il mare si ritira molto. La vita notturna di Koh Tao, inoltre, si concentra qui
Tanote Beach – Grande spiaggia dalla sabbia candida puntellata dalle grosse rocce di granito tipiche dell’isola. Non perderti l’alba, il sole che sorge dona al luogo colori magnifici. L’ambiente sottomarino, inoltre, ti lascerà senza fiato: anche solo fare snorkelling sarà un’emozione intensa.
Freedom Beach – Piccolissima, si trova a sud dell’isola. Gli alberi che si allungano verso la costa aiutano a riparsi dal sole e l’ambiente sottomarino offre dell’ottimo snorkeling.
Shark Bay – Il nome di questa baia non ha bisogno di spiegazioni. Qui potrai nuotare tra gli squali, ma non spaventarti! Sono quelli di barriera – pinna nera – e sono innocui per l’uomo.
Koh Tao ha una costa prevalentemente rocciosa quindi le calette sono numerose e, a volte, difficili da raggiungere. Un buon modo per vederle è fare un tour in barca, in modo tale da visitare anche quelle non raggiungibili dalla terraferma.

Le altre isole vicino Koh Samui

Koh Nang Yuan – l’isola mozzafiato

A Nord di Koh Tao, distante appena 500 metri, si trova Koh Nang Yuan. In realtà si tratta di tre isole differenti legate tra loro da un sottile lembo di terreno che affiora dalle acque. Questa caratteristica fa di Koh Nang Yuan uno dei luoghi più belli della Thailandia. Dal punto panoramico potrai apprezzare lo spettacolo unico che offre: l’azzurro del mare, il candore della sabbia e il verde della vegetazione ti lasceranno estasiato, come succede a noi tutte le volte che visitiamo questo magnifico gioiello del Golfo del Siam.

Le piccole isole vicino Koh Samui

Ang Thong – Parco marino

A 30 km a ovest di Koh Samui si trova il Parco marino Nazionale di Ang Thong: la bellezza esuberante delle 42 isole vergini che lo compongono lascia senza fiato. Uno spettacolo della natura in ogni suo aspetto: le formazioni rocciose che superano, in alcuni casi, i 400 metri, la vegetazione che ricopre rigogliosa gli isolotti, le grotte scavate dalla forza incessante del mare. E ancora, le piccole spiagge dalla splendente sabbia bianca, i delfini che nuotano pacifici nell’acqua color turchese: qualsiasi cosa ti emozionerà e renderà la visita a questo arcipelago un ricordo indelebile.
Le isole sono raggiungibili con escursioni di giornata da Koh Samui: dedica un giorno della tua vacanza al parco Ang Thong, siamo certi che ti sorprenderà.

cascate di Erawan

Come raggiungere le Isole vicine a Koh Samui

Da Koh Samui ci sono vari collegamenti giornalieri verso le isole vicine effettuati da vari vettori: catamarano veloce, ferry e traghetto.
I trasferimenti via mare possono anche essere effettuati dal porto di Chumpon, ma la tratta è più lunga. Di conseguenza, noi ti suggeriamo di volare su Koh Samui e poi spostarti sulle isole vicine.
Le compagnie che effettuano la tratta sono, essenzialmente, tre:
Seatran: linea di traghetti
Lomprayah: catamarani veloci
Raja Ferry: traghetti economici

Koh Samui e le isole vicine – quando andare

Il periodo migliore per visitare Koh Samui e le sue vicine va da febbraio ad aprile. Le isole rientrano tutte in una fascia di clima tropicale con tre stagioni distinte:
La stagione secca: da febbraio a maggio con temperature che superano i 35 gradi;
La stagione umida: da giugno ad ottobre. L’aria si fa più fresca in serata e c’è la possibilità di pioggia dopo il tramonto, soprattutto da metà agosto in poi;
La stagione delle piogge: da novembre a gennaio. I monsoni, in questo periodo, si fanno importanti. Novembre è il mese più piovoso dell’anno e le spiagge possono ospitare detriti a causa del cambio delle correnti.
La temperatura dell’acqua è sempre piuttosto stabile, intorno ai 29 gradi.

Vuoi supporto per organizzare il tuo viaggio?

Consigli utili

Come in tutte le località di mare tropicali, anche a Koh Samui e sulle isole vicine, bisogna fare attenzione all’intensità dei raggi solari, quindi non dimenticare una crema ad alta protezione. L’ideale è che sia waterproof in modo tale da essere schermati anche durante lo snorkeling. La capacità di rifrazione dell’acqua aumenta il rischio di scottature, non sottovalutarlo.
Un consiglio a cui teniamo particolarmente è quello di utilizzare il meno possibile bottiglie monouso. Procurati una borraccia da poter riempire in albergo: le isole sono ecosistemi delicati e meno rifiuti produciamo meglio è per tutti.
Lo snorkeling e le immersioni hanno una regola fondamentale: guardare e non toccare. La barriera corallina è un organismo vivente e si rigenera con estrema lentezza, non rovinarla. Non vale la pena sciupare un ecosistema così delicato per un souvenir.
Come sempre, lasciati ammaliare dalla bellezza di queste isole e goditi le tue vacanze in Thailandia.

Oggi andiamo a…

Costruisci il tuo viaggio su misura, scegliendo fra le tante mete imperdibili di questa fantastica terra. Non sai dove andare? Segui le tue passioni: leggi le nostre guide tematiche di approfondimento.