La Thailandia è un paradiso per gli amanti delle immersioni, la costa e le isole ospitano alcuni dei migliori siti al mondo. I numerosi parchi marini protetti, come quelli delle Isole Similan o di Koh Chang, attirano ogni anno migliaia di appassionati di diving. La grande varietà di spot offre la possibilità di spaziare dalle barriere coralline ai pinnacoli, dalle pareti subacquee alle caverne sommerse rendendo ogni uscita diversa dalla precedente.
La fauna marina è molto variegata. Le acque thailandesi sono infatti popolate da mante, squali balena, cavallucci marini, pesci pappagallo, pesci pagliaccio, a cui si aggiungono coralli colorati, anemoni e i pesci tropicali tipici della barriera corallina.
Inoltre le immersioni in Thailandia sono possibili durante tutto l’anno. Il Mare delle Andamane a ovest e il Golfo del Siam a est hanno stagionalità diverse e ampliano di molto le opportunità per gli amanti del diving.
Tutte queste caratteristiche rendono la Thailandia un punto di riferimento mondiale per le immersioni e una meta imprescindibile per gli appassionati.

Per ricevere maggiori informazioni e pianificare un viaggio in Thailandia

Tipi di immersioni in Thailandia

I tipi di immersione possibili in Thailandia sono molteplici, adatti sia ai principianti che ai più esperti e riservano sempre sorprese affascinanti.

immersioni in barriera Thailandia

Immersioni nella barriera corallina

Le numerose riserve marine istituite dal governo thailandese proteggono le barriere coralline del Paese e gli animali che le popolano, rendendo così le immersioni una vera gioia per gli occhi. Squali pinna bianca e nera, pesci palla, pesci pappagallo, pesci pagliaccio nascosti tra i tentacoli degli anemoni, coralli molli, spugne. Questi sono solo pochi esempi della fauna marina variegata che potrai incontrare esplorando le barriere coralline della Thailandia.

immersione in relitto Thailandia

Immersioni tra i relitti

La costa nei pressi di Pattaya ospita vari relitti tra cui l’HTMS Kut, l’HTMS Khram e l’HTMS Mataphon. Queste navi, nello specifico, sono state donate alla Marina Thailandese dalla Marina degli Stati Uniti dopo la Seconda Guerra Mondiale e sono state affondate per un progetto di ripopolamento della fauna marina. Le lamiere di queste navi pullulano di vita e esplorarle è un’avventura assicurata.
Un altro spot degno di nota per gli appassionati delle immersioni tra i relitti è L’HTMS Chang. Situato presso l’isola di Koh Chang, è lungo 100 metri ed è possibile visitarlo a fondo.

immersioni pelagiche in Thailandia

Immersioni pelagiche

La Thailandia è rinomata per questo tipo di immersioni dedicate ai grandi pesci e solitamente praticate dai sub più esperti. Le pareti profonde e la possibilità di diving in corrente daranno tante soddisfazioni agli appassionati dello sport marino. Scendere a grandi profondità, o praticare lontano dalla costa, agevola l’incontro con banchi di barracuda, carangidi o dentici e anche di squali leopardo.

Dove fare immersioni in Thailandia

Il Mare della Andamane

Il Mare delle Andamane thailandese è uno dei posti migliori al mondo per il diving. A seconda della zona, del periodo e delle correnti, la visibilità sottomarina può variare dai 5 ai 50 metri e la temperatura dell’acqua è sempre compresa tra i 25 e i 30 gradi. Queste condizioni rendono le immersioni nel Mare delle Andamane molto piacevoli e soddisfacenti.
Scopriamo insieme quali sono i migliori spot dove fare immersioni nel Mare delle Andamane.

immersioni nel mare delle Andamane

Richelieu Rock

Portato alla ribalta internazionale dal famoso oceanografo Jacques Cousteau, questo sito d’immersione si trova a circa 18km dalle isole Surin e fa parte del Parco Marino Mu Koh Surin. È molto comune incontrare le mante giganti e tra febbraio e maggio pullula di squali balena.
Profondità: 5 – 35 metri
Visibilità: 15 – 35 metri
Corrente: può essere forte
Livello: intermedio – esperto
Temp. acqua: 26 – 29°C
Periodo migliore: Feb – Mar

Koh Bon Pinnacle

Questa guglia di roccia si trova ad una profondità compresa tra i 18 e i 39 metri al largo dell’Isola di Koh Bon – a circa metà strada tra le isole Surin e Similan -. Coralli coloratissimi ricoprono le pareti e le murene si nascondono nelle fessure della roccia. Le acque che lo circondano sono abitate da mante, aquile di mare, squali del reef e squali leopardo.
Profondità: 5 – 35 metri
Visibilità: 15 – 35 metri
Corrente: può essere forte
Livello: intermedio – esperto
Temp. acqua: 26 – 29°C
Periodo migliore: Feb – Mar

Isole Similan

Le Isole Similan sono Parco Marino dal 1982. Le acque attorno alle nove isole brulicano di vita: tonni, carangidi, barracuda, squali leopardo, tartarughe. Oltre a coralli molli, gorgonie, anemoni. Uno degli ecosistemi marini meglio conservati al mondo e un vero paradiso per tutti gli appassionati. Il parco marino è facilmente raggiungibile da Phuket con escursioni giornaliere.
Profondità: 5 – oltre 40 metri
Visibilità: 20 – 40 metri
Corrente: moderata
Livello: intermedio – esperto
Temp. acqua: 26 – 29°C
Periodo migliore: Feb – Apr

immersioni alle isole Phi Phi

Phuket

A pochissima distanza da Phuket si trova Koh Dok Mai. Il sito offre una magnifica immersione in corrente con grotte e anfratti nascosti sulla parete sommersa. Cuccioli di squalo nutrici trovano riparo tra le rocce. Questo sito è consigliato a diver esperti.
Racha Noi e Racha Yai sono due isole molto vicine a Phuket. Le acque che le circondano sono ricche di pesce e questo attira i grandi predatori come marlin, tonni e barracuda pinna nera. Ma anche da squali balena, mante e razze maculate. Le correnti possono essere molto forti ma in alcuni spot si può praticare l’open water senza problemi.
Profondità: 5 – 40 metri
Visibilità: 5 – 40 metri
Corrente: può essere forte
Livello: tutti i livelli
Temp. acqua: 27 – 30°C
Periodo migliore: Nov – Apr

Phi Phi Islands

I siti di immersione più rinomati delle isole Phi Phi sono Bida Nai e Bida Nok.
La fauna sottomarina è spettacolare, potrai incontrare pesci leone, cavallucci marini coloratissimi, glass fish, pesci ago. Bida Nai è famoso in particolare per le seppie giganti, mentre Bida Nok per le tridacne giganti, i serpenti marini e le tartarughe.
Profondità: 5 – 30 metri
Visibilità: 5 – 20 metri
Corrente: Gentile
Livello: principiante – intermedio
Temp. acqua: 27 – 30°C
Periodo migliore: Feb – Mag

Koh Lanta

Hin Daeng e Hin Muang sono due spot molto famosi a 50 km da Koh Lanta. Sono ritenuti dagli appassionati tra i migliori siti di immersioni al mondo per la bellezza dei fondali e la varietà di vita sottomarina. La corrente è importante ed è meglio essere dei subacquei esperti per immergersi in queste acque. Hin Muang è famosa per i coralli viola.
Profondità: 5 – oltre 40 metri
Visibilità: 15 – 40 metri
Corrente: importante
Livello: intermedio – esperto
Temp. acqua: 27 – 30°C
Periodo migliore: Feb – Apr

Golfo del Siam

Il Golfo del Siam offre tantissimi spot per le immersioni riservando non poche sorprese a chi visita i suoi fondali. La visibilità sott’acqua va dai 10 ai 30 metri a seconda delle condizioni del mare e la temperatura non scende mai sotto i 25 gradi.
Gli amanti dei relitti troveranno nel golfo i luoghi migliori per divertirsi tra i resti delle imbarcazioni diventate la casa di numerosissimi pesci.
Tra i migliori siti per immersioni nel Golfo del Siam possiamo annoverare:

immersioni nel golfo del siam

Koh Tao

L’isola è situata nella parte occidentale del Golfo e ospita circa 30 siti di immersioni. Tra questi, il Chumphon Pinnacle è caratterizzato dai banchi carangidi talmente numerosi da nascondere completamente la guglia rocciosa. L’HTMS Sattakut si trova a 18 metri di profondità al largo di Sairee Beach e ospita svariati pesci di barriera. Da febbraio ad aprile è facile incontrare squali balena e cernie giganti. Gli squali leopardo, invece, sono stanziali.
Profondità: 5 – 35 metri
Visibilità: 5 – 20 metri
Corrente: generalmente calma. In alcuni siti può essere forte.
Livello: principiante – intermedio
Temp. acqua: 27 – 30°C
Periodo migliore: Mar – Set

Pattaya

Ha il vantaggio di trovarsi in un luogo a riparo dai venti monsonici, a poco più di 100 km da Bangkok. Questo permette ottime immersioni durante tutto l’anno. È famosa per le immersioni tra i relitti, i più conosciuti sono l’HTMS Khram e il Petchaburi Bremen. Da Pattaya inoltre si possono raggiungere facilmente anche altri siti come Koh Klung o il reef di Koh Sak.
Profondità: 5 – 35 metri
Visibilità: 10 – 20 metri
Corrente: moderata
Livello: tutti i livelli
Temp. acqua: 26 – 29°C
Periodo migliore: Set – Ott

Koh Chang

“L’isola dell’elefante” si trova a sud est del Paese, vicino al confine cambogiano. Essere all’interno del Koh Chang Marine National Park le dà la possibilità di sfoggiare giardini di coralli duri e molli, tantissimi pesci pappagallo, pesci farfalla, cernie, barracuda e tartarughe.
Potrai fare alcune delle più belle e incontaminate immersioni del Golfo tra le acque di questa meravigliosa isola.
Profondità: 3 – 28 metri
Visibilità: 2 – 30 metri
Corrente: moderata
Livello: tutti i livelli
Temp. acqua: 28 – 32°C
Periodo migliore: Nov – Apr

immersioni a pattaya

Quando fare immersioni in Thailandia

Il periodo migliore per fare immersioni in Thailandia dipende dalla zona e dalle condizioni climatiche. In linea di massima, nel Golfo del Siam si hanno le condizioni ideali tra maggio e settembre mentre nel Mare delle Andamane da ottobre a giugno.
Essendo la Thailandia in una regione tropicale, la temperatura dell’acqua è sempre perfetta: tra i 28 e i 31 gradi.
La stagione degli Squali Balena va da febbraio a maggio, mentre le mante giganti si possono ammirare, soprattutto alle isole Similan, tra marzo e aprile.
Durante la stagione delle piogge – tra maggio e settembre – alcuni siti di immersioni nel Mare delle Andamane sono chiusi quindi è impossibile andarci.

PADI in Thailandia

Conseguire un brevetto PADI in Thailandia è abbastanza comodo e semplice. Lo standard di formazione è alto e i costi sono contenuti, i corsi di formazione sono tenuti in diverse lingue tra cui l’italiano e tutti i negozi di attrezzature sono affiliati al PADI. Questo evidenzia come il Paese sia sensibile sulla sicurezza dei viaggiatori amanti delle attività subacquee e faccia di tutto per metterli a proprio agio.
Se desideri ottenere un brevetto PADI in Thailandia non avrai difficoltà a trovare il corso e l’istruttore giusto che faccia per te. Una volta ottenuto l’attestato potrai utilizzarlo in tutto il mondo.

PADI in Thailandia

Come abbiamo visto le immersioni in Thailandia sono molteplici, dalle caratteristiche diverse e tutte affascinanti. Fare diving è semplice, sicuro e alla portata di tutti.
Non perderti questo paradiso sottomarino, scegli il sito che più ti attrae, metti in borsa la macchina fotografica subacquea e parti alla volta della Thailandia. Non te ne pentirai.

Per ricevere maggiori informazioni e pianificare un viaggio in Thailandia