Quando ci si appresta ad organizzare una vacanza in paesi esotici come la Thailandia, la prima nota che si scrive sul taccuino di preparazione al viaggio è “quali sono i vaccini necessari?”.
Con questo articolo vogliamo darti una mano nell’analizzare la situazione medica in Thailandia, la presenza di malattie endemiche, la necessità di vaccinazione pre partenza e quali sono i vaccini consigliati.
Le prossime sono indicazioni di massima: i nostri consigli non sostituiscono quelli degli specialisti e ti suggeriamo in ogni modo di consultare il medico di famiglia o la ASL più vicina dopo aver letto l’articolo.

Per ricevere maggiori informazioni e pianificare un viaggio in Thailandia

Situazione sanitaria e malattie endemiche in Thailandia

La Thailandia è una meta perfetta per una vacanza nel Sud-Est Asiatico e il livello dei servizi e lo standard sanitario sono molto alti rispetto ai Paesi vicini. Si posiziona infatti da anni ai primi posti nell’indice di sicurezza sanitaria tra i Paesi ASEAN e la qualità media degli ospedali è a livelli europei.
Le malattie endemiche presenti in Thailandia sono quelle tipiche della regione tropicale asiatica, andiamo a vederle assieme.

Epatite A, Tifo e Colera

Queste sono malattie trasmesse per via oro-fecale e si contraggono tramite assunzione di cibo o bevande contaminate. Nelle zone più turistiche gli standard igienici sono elevati, solitamente il ghiaccio nelle bevande è di produzione industriale, quindi il rischio di contrarle è basso. Nel caso ti voglia avventurare nelle zone rurali al confine con Laos, Cambogia e Myanmar è bene consultare il medico e valutare l’eventuale vaccinazione perché il rischio può essere più elevato. In ogni caso scegli sempre cibi cotti e bottiglie di acqua sigillate.

Malaria

La Malaria è una malattia trasmessa dalle zanzare, particolarmente del genere Anopheles. Secondo l’OMS, l’81% della popolazione thailandese è libera da malaria, mentre il 17% riporta da 0 a 1 caso ogni 1000 abitanti e solo il 2% più di un caso ogni mille abitanti. Vediamo perciò come la maggior parte della nazione sia al sicuro dal rischio di contrarre la malattia. Ricorda sempre di usare i dispositivi antizanzare, di indossare capi in cotone dai colori chiari e che le zanzare sono attive soprattutto al tramonto e all’alba. La profilassi antimalarica è un procedimento abbastanza impegnativo per il corpo, quindi informati bene prima di procedere.
A questo link puoi trovare lo studio aggiornato dell’OMS sulla malaria in Thailandia con la percentuale di infetti, la percentuale dei guariti e tutte le info a riguardo.

casi di malaria in thailandia

Dengue

Un’altra malattia trasmessa dalle zanzare è la Dengue. Questa febbre è endemica in tutto Sud-Est Asiatico e non c’è vaccino con il quale immunizzarsi. Il vettore di trasmissione è la zanzara del genere Aedes aegypti attiva prevalentemente durante il giorno. Si manifesta con febbre alta improvvisa, sudorazione copiosa accompagnati, a volte, da vomito e diarrea. Le precauzione da prendere sono quelle tipiche contro le punture di insetto: sostanze repellenti, vestiti in tessuto naturale dai colori chiari e uso limitato di profumi.

Epatite B e HIV

Queste malattie si trasmettono attraverso sangue infetto o rapporti sessuali. Come in tutto il mondo sono diffuse anche in Thailandia, quindi utilizza dispositivi di protezione durante eventuali rapporti intimi. Nel caso volessi farti un tatuaggio, assicurati che lo studio rispetti gli standard igienici e utilizzi aghi monouso sterili.

Rabbia

La rabbia è una malattia trasmessa dalla saliva degli animali selvatici. Il morso è la causa più comune, quindi attenzione ad avvicinare cani randagi, scimmie o pipistrelli. Nel caso eventuale di un morso, pulisci bene la ferita con acqua e disinfettante e recati subito al primo soccorso più vicino per la somministrazione del siero e per le cure professionali.
La vaccinazione antirabbica è consigliata preferibilmente a chi ha intenzione di passare lunghi periodi in zone remote, come la giungla, e a stretto contatto con animali potenzialmente contagiati.

thailandia vaccinazioni

Vaccinazioni obbligatorie per viaggiare in Thailandia

Per viaggiare in Thailandia non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria. Un caso particolare è quello della febbre gialla: Il vaccino è obbligatorio se si proviene da zone in cui la malattia è endemica come il Sud America o l’Africa Equatoriale.
Anche nel caso recente di pandemia da Coronavirus, la vaccinazione è utile per evitare la quarantena e per accedere al cosiddetto Phuket Sandbox: il programma di apertura dell’isola di Phuket ai viaggiatori stranieri a partire dal 1 luglio 2021.

In questo articolo approfondiamo come la Thailandia sta gestendo l’emergenza Covid-19, per quando è prevista la riapertura delle frontiere e quali sono i requisiti per accedere al Paese.

Vaccini consigliati per la Thailandia

I vaccini consigliati per viaggiare in Thailandia sono:
– Epatie A e B
– Colera
– Tifo
– Polio
– Tubercolosi
– Tetano
Molti di questi sono previsti dal programma vaccinale italiano quindi ti sono già stati somministrati. Controlla la tua tessera sanitaria e consulta il medico di fiducia per avere la certezza di aver fatto tutti i richiami necessari, a maggior ragione se viaggi in Thailandia con bambini.

I bambini necessitano di vaccini?

I bambini non necessitano di vaccinazioni particolari, le raccomandazioni sono le stesse degli adulti. Alcuni vaccini non vengono somministrati prima di una certa età, perciò se ti appresti a visitare la Thailandia con bambini molto piccoli consulta il pediatra prima di intraprendere il viaggio.

Quali farmaci portare per un viaggio in Thailandia

Nelle grandi città reperire farmaci non sarà un problema, le farmacie sono numerose, molto fornite e aperte h24. Inoltre i farmaci di base, come il paracetamolo per esempio, sono in vendita anche nei vari minimarket come il 7\11 e similari.
Avere una scorta di medicinali può comunque essere una buona idea. Nella borsa di primo soccorso che porterai con te, ti suggeriamo di inserire:
– antinfiammatorio;
– antipiretico;
– antidiarroico;
– una crema per allergie, prurito e scottature;
– repellente per insetti;
– fermenti lattici (meglio quelli da conservare fuori frigo);
– antibiotico ad ampio spettro (previa indicazione del medico).
Se sei affetto da malattie croniche e hai bisogno di portare con te dei farmaci particolari, ricordati di accompagnarli con una dichiarazione del tuo medico in lingua inglese con la descrizione della tua patologia e le prescrizioni a cui devi attenerti.

le migliori spiagge di Koh Samui

Ti ricordiamo di stipulare un’ottima assicurazione sanitaria che possa coprire qualsiasi cura di cui potresti aver bisogno e ogni emergenza ti possa capitare: le cliniche private in Thailandia sono all’avanguardia ma possono presentare un conto molto salato.
Probabilmente non la utilizzerai e, durante il viaggio, non dovrai ricorrere a cure mediche ma meglio essere protetti nel malaugurato caso dovesse succedere.

Per pianificare la tua vacanza in Thailandia con l’aiuto di professionisti